CriticalMap

[Foto di Haring]

Attraverso le vostre segnalazioni, cerchiamo di mappare percorsi, pericoli, piste, itinerari ciclabili sul nostro territorio. Le segnalazioni possono essere effettuate da chiunque, grazie al servizio offerto da Critical Map.

Nella parte destra di ogni pagina del blog, è riportato un elenco delle ultime segnalazioni effettuate sulla mappa ciclabile di Legnano, aggiornato in tempo reale; cliccando su un elemento dell’elenco si verrà riportati al dettaglio della segnalazione.

  • La mappa ciclabile di Legnano, è disponibile qui (per vedere tutte le segnalazioni occorre scegliere “mostra tutti i post sulla mappa corrente”)
  • Per arricchire la mappa ed effettuare le proprie segnalazioni è sufficiente registrarsi su criticalmap.org
  • Se invece volete segnalare iniziative, eventi o quant’altro potete farlo di seguito, commentando direttamente questa pagina.
Annunci

8 Responses to CriticalMap

  1. sandro ha detto:

    HEI!! HO SENTITO CHE ACCANTO ALLA FAMIGERATA PEDEMONTANA, SARA’ PRESENTE UNA CICLABILE CHE L’ACCOPAGNERA’ PER TUTTA LA SUA LUNGHEZZA (80KM). COLLEGHERA’ QUATTRO PARCHI D’INTERESSE REGIONALE, APPENA SAPRO’ QUALCOSA DI CERTO CI RISENTIREMO.

  2. md ha detto:

    Ieri, invece, da un assessore di Rescaldina ho sentito dire che il progetto di piste ciclabili è stato notevolmente ridotto (pare in seguito a esposti di cittadini!!!!!)
    cercherò di informarmi meglio per saperne di più, se così fosse credo sia il caso di aprire un fronte anche qui

  3. pinopedalino ha detto:

    invadiamo rescaldina!!!!!!!

  4. sandro ha detto:

    riguardo alle piste di rescaldina ho sentito che non si farà quella prevista in via giusti,
    pare per proteste dei residenti. medioevo alla riscossa, o come dicono a rescaldina a chi grida di più appartiene la vacca!

  5. sandro ha detto:

    se dobbiamo invadere qualche posto invadiamone uno più evoluto !!! scherzo e sono daccordo invadiamola

  6. sandro ha detto:

    Lombardia – Oltre 100 milioni di euro di investimenti per l’ambiente da parte della società che realizzerà l’autostrada Bergamo-Malpensa. Nome del progetto: “Un parco per la città infinità”
    Una “Pedemontana ciclabile” che unisce Varese a Bergamo

    ——————————————————————————–

    Una grande pista ciclabile di 90 chilometri che unisce Varese e Bergamo, dal Parco Pineta al Brembo. Un investimento da 35 milioni di euro. Altri 65 milioni saranno utilizzati per progetti ambientali collaterali nei vari parchi naturali dell’area interessata dall’arrivo della Pedemontana. È quello che investirà la società Pedemontana Lombarda, per l’ambiente e la mobilità lenta, in contemporanea alla realizzazione dell’omonima superstrada che collegherà Bergamo a Malpensa, i cui lavori è quasi certo inizieranno nel 2010.
    Il progetto prende il nome di “Un parco per la città infinita” e vuole indicare il fatto che da Bergamo a Malpensa vivono 4 milioni di persone, operano 300 mila aziende che producono il 10 per cento del prodotto interno lordo nazionale: «Un territorio – spiegano dalla Società – ai limiti della propria “capacità di carico”, in cui la straordinaria densità di abitazioni, di imprese, di insediamenti e infrastrutture, frutto dello sviluppo economico disordinato e prepotente del passato, ha parzialmente compromesso i paesaggi e le bellezze naturali che lo caratterizzavano».
    Il progetto “Un parco nella città infinita” sarà presentato nel dettaglio martedì prossimo, 18 marzo, a Milano. Il 22 febbraio scorso l’Organismo di Vigilanza dell’Accordo di Programma della Regione Lombardia ha approvato la proposta di Pedemontana e ha dato il via alla fase di costruzione del progetto preliminare vero e proprio, a partire dallo schema di proposta sviluppato dal Politecnico di Milano DiAp (Dipartimento di Architettura e Pianificazione). Coinvolti 78 Comuni, 4 Province, 5 parchi regionali, la Regione Lombardia.
    In totale saranno stanziati da Pedemontana Lombarda 100 milioni di euro per interventi di compensazione ambientale, corrispondenti al 3,5% del valore complessivo dell’opera. Il progetto prevede la realizzazione di una “greenway”, ossia un corridoio ciclabile di grandi dimensioni, affiancato da siepi e filari, che si estende per 90 km, dalla Provincia di Varese alla Provincia di Bergamo. «Si tratterà – spiegano da Pedemontana – di una sorta di spina dorsale trasversale di connessione e accesso al sistema dei parchi presenti nel territorio interessato dalla Pedemontana Lombarda».

    Coinvolti 5 parchi regionali (Ticino, Pineta di Appiano Gentile, Groane, Lambro, Adda Nord) e 12 parchi locali di interesse sovracomunale (Rugareto, Medio Olona, Rile – Tenore – Olona, Lura, Brughiera Briantea, Brianza Centrale, Grugnotorto Villoresi, Colline Briantee, Cavallera, Molgora, Rio Vallone, Brembo). Un parco lineare che connette le città attraversate, i principali servizi, le stazioni ferroviarie e che entra in contatto con l’autostrada nelle aree di servizio, trattate come punti di accesso ai parchi. La realizzazione della greenway costerà circa 35 milioni di. Altri 65 milioni di euro saranno utilizzati per 50 progetti locali di riqualificazione ambientale, relativi a parchi urbani, parchi agricoli, reti agroambientali, boschi urbani, foreste naturalistiche, reti ecologiche, sistemi verdi e mobilità lenta, connessi tra loro dalla stessa greenway. «Sono progetti di diversa natura e dimensione – spiegano dalla società -, promossi e sviluppati dai Comuni e dagli enti Parco, cantierabili in gran parte anche prima della realizzazione, accomunati da fattibilità in tempi brevi».
    «L’autostrada Pedemontana deve essere realizzata prestando il massimo di attenzione agli aspetti ambientali e territoriali – concludono dalla società -. Per questa ragione il passaggio dal progetto preliminare dell’Autostrada Pedemontana Lombarda al definitivo dovrà farsi carico di ridurre al minimo possibile gli impatti sul territorio e di migliorare la qualità dell’opera. E per questa stessa ragione stiamo proponendo di guardare all’Autostrada non come a un male necessario ma come a una straordinaria opportunità per provare a ricostruire ambiente e paesaggio».

    Venerdi 14 Marzo 2008
    Manuel Sgarella
    redazione@varesenews.it

  7. sergio di sipio ha detto:

    Inaugurazione alla KGallery dell’artista Massimo Gurnari non ci sono citazioni nel vostro sito.Come mai?O forse semplicemente non vi hanno invitati?Indagate e se poi mi rispondete ne sarò felice.Cordiali saluti Sergio di Sipio.

  8. sandro ha detto:

    domenica c’è la bicipace………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………..!!!!!!!!!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: