Murales

6/07/2011

una forma artistica radicata nella notte dei nempi, come di notte si compie spesso, anche quando è organizzato-autorizzato, cone venerdì

venerdì 8 luglio21:30 alla Baitina
CRISTIAN SONDAlive penting

“il writer e pittore con all’attivo moltissimi lavori in tutta Italia, tra i quali murales al Torchiera e alla Fornace per stare nella nostra zona, viene alla Baitina per far diventare una grande tela la facciata del nostro amato locale” http://www.cristiansonda.com/

Annunci

Ciao 2010!

3/01/2011

salutiamo il nuovo anno col meglio, proprio il meglio, del vecchio.


A teatro con Fiab CICLOBBY

15/09/2010

“Umberto Dei – Biografia non autorizzata di una bicicletta”

Tratto da un libro presentato la scorsa estate, la mitica bicicletta è solo il filo conduttore di vite diverse che convergono.

Domenica 19 settembre 2010 – ore 20.30, BICICLETTE Racconto teatralmusicale, Teatro Rosetum – via Pisanello 1 – Milano, Biglietti: 10 euro – studenti 5 euro. Per informazioni e prevendita: FIAB Ciclobby tel. 02.6931.1624 (da martedì e venerdì ore 17 – 19, sabato 10.30 – 12.00) segreteria@ciclobby.itwww.ciclobby.it


A Milano, in via Padova

21/05/2010

DOMENICA 23 maggio ore 10.00,  Via Padova angolo Loreto,  Passeggiata in bici su e giù per via Padova e dintorni una pedalata di un paio d’ore per conoscere da vicino un quartiere di cui molti parlano senza conoscerlo.

Anna Pavan, autrice di “Evviva Milano in bici”, un libro di itinerari milanesi in bicicletta pubblicato l’anno scorso per Fiab Ciclobby, vi accompagna nel giro per via Padova e dintorni che potete ritrovare nel libro. Osserveremo particolari a cui non abbiamo mai prestato troppa attenzione: una piccola scultura, un paesaggio graffito, una facciata dipinta, un balconcino in ferro battuto, ornamenti vegetali in cemento, un albero esotico in un giardino… ma non trascureremo le tracce di una storia secolare che è anche nostra. Per guardare con altri occhi la nostra città e il nostro quartiere e scoprire il piacere di una passeggiata tranquilla che solo la bicicletta può regalarci.


Critical mass, l’ensemble

30/09/2009

Come sempre imperdibile.

venerdì 2 ottobre 2009
ore 10.50 Triennale di Milano

Sentieri selvaggi al World Venice Forum
in collegamento live dalla Triennale di Milano

Filippo Del Corno
Critical Mass

con una testimonianza di Giuseppe Cederna

Critical Mass, per orchestra d’archi (6 violini, 2 viole, 2 violoncelli, 1 contrabbasso), è ispirata all’omonimo movimento nato nel 1992 a San Francisco -e attivo in quasi tutte le città del mondo- per rivendicare il diritto a percorrere in bicicletta le strade delle città. Come sottolinea Filippo Del Corno, “Critical Mass non vuole essere una descrizione sonora di una delle manifestazioni degli aderenti a questo movimento, ma è il risultato di un percorso compositivo che ne segue i principi ispiratori. Il brano, infatti, non ha strutture gerarchiche e organizzative, non esistendo né leader né statuti, ed ogni città è libera di declinare con proprie modalità l’idea di “Critical Mass”. E’ una forma di aggregazione e di lotta dove convergono individualismo e collettivismo, e dove ogni singolo agisce nella massima libertà pur rispettando un altissimo grado di responsabilità condivisa”.


Ciclonica

10/12/2008

A Legnano RiCiclO propone il monologo per donna in bicicletta. Ispirato a Donchisciotte e la critical mass.

Venerdì alle 21e30 al Circolone.

ciclonica_defi_ridotto


I Tetes de Bois al Tour de France

7/07/2008

Inoltro la mail ricevuta da un amico che si è iscritto alla newsletter@tetesdebois.it

In questo mese di luglio ritroviamo un nostro grande amore: la bicicletta. Nel 2004, infatti, avevamo inciso “La canzone del ciclista”, che e’ nel disco doppio “Pace e Male”, un brano dedicato a Fabio Casartelli, indimenticato giovane campione scomparso proprio su una curva dei Pirenei nel Tour del ’95.

Così partiamo per il Tour de France! Abbiamo, hanno preso un camper… e ci portiamo le bici.

Ecco la spedizione:
Andrea Satta, il cantante dei Tetes de Bois,
una giornalista musicale: Timisoara Pinto,
una ricercatrice di storia: Elisabetta Malantrucco,
un fotografo-regista-cameraman esperto di animazione: Licio Esposito,
una pittrice: Marta Dal Prato,
e un analista ambientale: Gianni Abbruzzese,
sulle tracce del Tour de France…

Vivremo il Tour attraverso il lavoro e la fatica dei transennisti; col popolo della bici che sale di notte l’Alpe d’Huez; aspettando l’arrivo con sacco a pelo e tenda. Una lettura inconsueta attraverso uno strumento affascinante… la corsa in bici piu’ prestigiosa al mondo! Tra il massiccio centrale, i pirenei, le alpi… italiani all’estero si potrebbe dire.

Alla fine scriveremo, disegneremo, cattureremo immagini. Ci ospitera’ un giornale, Il Manifesto, lanostra rubrica si chiamera’ “Tetes du Tour”. Vi invitiamo a seguirla gia’ dal 5 luglio con la prima puntata nelle pagine sportive. Poi dal 9 [CASUALMENTE GIORNO DELLA MASSA CRITICA LEGNANESE] tutti i giorni e forse ci incrocerete anche sulle onde della vostra radio.

Magari da questo nascera’ il prossimo lavoro dei Tetes….
Il titolo e qualche tappa esistono gia’: “I Riciclisti”, uno spettacolo dedicato al mondo della bicicletta,
vissuta nei suoni e nella poesia tra Caproni, Gozzano, e un compagno di viaggio meraviglioso Gianni Mura…

Buon viaggio Tetes de Bois