Chi siamo

Cos’è Critical Mass?

L’automobile non è l’unico mezzo di trasporto, ma soltanto il più dannoso. Critical mass è un gruppo senza leader e senza prassi che ha a cuore il diritto ad una mobilità ecologica ed alternativa all’automobile, soprattutto in città.

Senza organizzatori, né percorsi stabiliti ci troviamo il secondo mercoledì di ogni mese, alle 21  3° sabato del mese, alle 16:00 in piazza Mocchetti a Legnano per pedalare insieme. Da lì si parte; chiunque può scegliere se guidare il gruppo improvvisando un percorso, se chiacchierare con gli altri o se fischiettare in solitaria. Si può discutere degli appuntamenti, si possono variare gli orari od inventare masse critiche estemporanee. Non occorre alcuna autorizzazione: il diritto alla mobilità sancisce per ognuno la possibilità di muoversi liberamente in bicicletta.

Per essere massa critica basta trovarsi casualmente su un percorso comune contemporaneo.

Le regole del gioco

Albertone

La massa critica è un gioco che può coinvolgere dalle 2 unità alle 20 migliaia di partecipanti. Scopo del gioco: trasformare la città in un gigantesco tagadà. Il campo di gioco tutta la città. Il “via”, nel nostro caso, è in piazza Mocchetti a Legnano.

Segui la testa!

Nella massa ognuno segue la persona che ha davanti. Evitare cambi di rotta se la testa è già andata avanti. Il gruppo si spezzerebbe, si creerebbero buchi e ci si troverebbe coi piedi a terra, con gente che grida FERMI FERMI, INDIETRO INDIETRO, tutte cose che perturbano il sereno fluire delle relazioni e dei pensieri.

Guida tu!

Chi ha proposte da fare sulla direzione da prendere deve portarsi in testa alla massa e mettersi in relazione con quelli che ha intorno per tirarli in mezzo nel suo piano. Ogni massa è un esperimento avanzato di democrazia diretta.

Da che parte?

La massa è bella quando è varia. Servono idee, soprattutto in fatto di strade e mete. Meglio privilegiare luoghi inesplorati, tunnel, cavalcavia, traiettorie curvileee, sottopassi. Se si gironzola sempre negli stessi luoghi, massa dopo massa, la cosa dopo un po’ diventa noiosa quindi controrivoluzionaria.

Chiudere il buco!

La bici è un mezzo agile. Il gioco della lumaca (ossia il volontario rallentamento esasperante del traffico) è noioso e non rende onore alla leggiadra agilità della nostra macchina a pedali. Senza troppa fretta, ma è meglio pedalare, pedalare, fluire, fluire.

Lascia perdere!

Meglio evitare scontri verbali e fisici con gli autoinscatolati. Gli scontri verbali spesso portano la massa a fermarsi, a mettere i piedi a terra, ad annoiarsi. Gli scontri fisici invece fanno male e basta.

E’ rosso!

Fermarsi al rosso può servire a ricompattare il gruppo. Questo per quanto riguarda la testa. Il resto della massa viene di seguito senza mai fermarsi.

Ho bucato!

Se la sfiga si accanisce sulla tua bici è inutile rovinare la festa a tutti. In caso di forature o altro è meglio NON pretendere che il gruppo vi aspetti.

Tappo!

Ai grossi incroci e’ bene che chi ne ha voglia si metta a fare da tappo verso le vie di ingresso, in modo da frenare gli autosauri più impazienti.

Andiamo!

Fluire, fluire, fluire. Le indecisioni sono noiose quindi controrivoluzionarie. Se non si sa dove andare affidarsi al caso piuttosto che fermarsi.

Fai passare!

Le macchine che si infiltrano dalle traverse e si trovano incastrate nella massa danno fastidio e rovinano l’atmosfera. Meglio lasciarle passare. I motorini sono fastidiosi, ronzano e sputacchiano fumo. Meglio liberarsene.

La tua bandiera ce l’hai sotto il sedere!

La massa critica non è una manifestazione, bensì una coincidenza organizzata. Si fa una cosa normale come andare a prendere una birra la sera e lo si fa in gruppo. Chi proprio volesse portare bandiere cerchi di evitare la prevedibilità (che è noiosa quindi controrivoluzionaria).

Fai quello che vuoi

La massa non ha nessuna regola fissa, quindi quelli qui elencati sono solo suggerimenti…

Buon divertimento!!

Per essere massa critica basta trovarsi casualmente su un percorso comune contemporaneo.

Critical Mass nelle città italiane

La massa critica si incontra in molte città italiane: tutti gli appuntamenti li trovate a questa pagina.

Annunci

6 Responses to Chi siamo

  1. Roby ha detto:

    Ciao a tutti, ieri e’ stata la mia prima uscita con voi e mi sono divertito un casino.Alex Drastico poi mi ha fatto morire,mii che personaggio!! Poi ve lo siete scarrozzato con voi ? Ciao e alla prossima ;-)) Roby

  2. Fabrizio ha detto:

    Si il personaggio con “l’ologramma” giapponese si è comodamente seduto sulla canna di una nostra bici e ha fatto tappa al bar sotto il grattacielo….

  3. Alberto ha detto:

    Ciao, ho un evento da segnalarvi, domenica 31 agosto 2008 a Travacò Siccomario (PV) c’è una gara di macchine a pedali con percorso cittadino e partenza da via Roma alle ore 14.30. Venite è una manifestazione organizzata dalla Pro Loco. Ciao!!!

  4. […] Otto Ottobre Salta ai commenti RiCiclO appoggia Critical Mass. […]

  5. Angelica ha detto:

    Ciao, vorremo fare la CriticalMass a Parma. Chiedevo se possiamo prendere in prestito le vostre regole del gioco. Grazie!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: