Practicamos mas espagnol

6/03/2011

nonostante il nome una bella boccata di spagna



3/10/2010


A grande richiesta

9/04/2010

Dopo la proiezione del circolone, per chi l’ha perso e per chi volesse rivederlo scoprendo sfumature e nuove sensazioni,  torna il film

THE AGE OF STUPID

Venerdì 16 Aprile, a Busto Garolfo,  presso la sala cinema dell’Oratorio Maschile, alle 21.00.

A chi vuole pedalare fin li, come in primavera,  suggeriamo la ciclovia che verrà


Partono gli incentivi bici

26/09/2009

Iniziano oggi gli incentivi per l’acquisto di biciclette. http://www.incentivibiciclette.minambiente.it/

Estesi anche a quelle a pedalata assistita ed ai motorini, il grossi del budget è riservato alle classiche: 7,7 milioni di euro.  Gli “eco-incentivi” verranno erogati con modalità diverse rispetto alla precedente occasione: il contributo, corrispondente sempre al 30% del prezzo totale, avrà un importo massimo di 200 euro (in precedenza erano 700) e di 450 euro per le bici a pedalata assistita.

Si incentiva dunque l’acquisto di biciclette per tutti i giorni e non le super-sportive per appassionati. Certo, se non accompagnati a politiche territoriali e nazionali forti di stimolo ed agevolazione dell’utilizzo, tale spesa potrebbe risultare un semplice incentivo al mercato.

Se interessati qui [http://www.incentivibiciclette.minambiente.it/Rivenditori.aspx%5D trovate un motore per scovare il punto vendita-marca più vicino a casa. Ma affrettatevi! nella scorsa edizione i fondi vennero letteralmente bruciati.

Se invece non volete o non potete, passate alla Ciclofficina Popolare di Mazzafame.


Il Capodanno più figo è a Roma

29/12/2007

Giro l’nvito dei Ciclonauti, associazione romana, a partecipare a cenone e biciclettata di Capodanno.

Sono passato in ottobre da via Baccina per visitare la nuova sede della Ciclofficina Centrale, a Roma ce ne sono parecchie, ed è veramente accogliente.

Il Capodanno dei Ciclisti Romani

ore 20,30 cenone, a seguire selezioni musicali e video art, e…

a mezzanotte tutti in bc, per iniziare a mettere le cose in chiaro …

Il 31 dicembre pedala verso monti

http://it.youtube.com/watch?v=sQz-CZvkY8k&feature=related

Headset ciclonauti


San Luigi delle 2 rote

11/05/2007

Reduce dalle aggressioni di mercoledì, ieri di buon mattino mi son recato dal mitico Carnovali, Luigi per i clienti più intimi, il ciclista all angolo di via Grigna con via Pirovano, a 2 passi dall’ospedale. In un battibaleno ha cambiato il fanalino, poi con qualche sforzo in più, ma con un risultato invidiato dal sottoscritto, relegato al ruolo di attento osservatore, ha sistemato il mio ferraccio. Prima la ruota a forza, facendo lava sul ginocchio, e poi col tiraraggi; quindi ha fissato il parafanghi, acquistato senza provarlo e che rappresenta un punto critico ma mo me lo tengo; ha saldato il portapacchi spezzato che non avevo nessuna intenzione di sostituire. In perfetto stile ciclofficina l’unico pezzo sostituito è stato il fanalino. Mi è sembrato un miracolo, come i 10 euri spesi. Sono riuscito persino a rispettare gli impegni che avevo a Milano in tarda mattinata. W W quel sant’uomo di Luigi. Uniamoci dunque il preghiera per lui:

Ave Graziella, piena di grasso, il pignone è con te. Tu sei benedetta tra le bici, e benedetto è il frutto del moto perpetuo tuo. Santa Graziella, madre della CM, prega per noi ciclisti, ora e nell’ora della nostra massa critica.

Pedaliamo.

Pedale nostro che sei nei cicli, sia santificato il tuo movimento centrale, venga il tuo cambio, sia fatta la tua manutenzione, così in strada come il pista ciclabile. Dacci oggi le nostre salite quotidiane, rimetti a noi i nostri pedali, cosi come noi li rimettiamo alle nostre biciclette, e non far rompere le catene, ma liberaci dall’auto.

Pedalate
(by CICLOVEEG)

Ovviante ve lo consiglio, e certo è la miglior alternativa al coetaneo di oltrestazione, in via Quadrio. Ben tre amici ci hanno raccontato ultimamente che chiede un sacco di soldi per non fare che interventi di facciata.

+ bici, + santi, + salti 


La bicicletta di Lia

19/04/2007

ginagaleottibianchi.jpg

Si, Lia è lei. E’ un nome in codice, poiché partecipò alla resistenza, quello vero Gina Galeotti Bianchi; fu sempre impegnata politicamente e ciclista. Due-tre anni or sono il Teatro della Cooperativa, che ha sede a Milano-Niguarda, dove Lia operava, ha realizzato un bello spettacolo, ed un tour ciclistico dei suoi luoghi, che ciclicamente viene proposto nei giorni della liberazione nonché della sua morte. Quest’anno sarà domenica 22 Aprile:

Il Teatro della Cooperativa con il patrocinio dell’Istituto Cervi e dell’A.N.P.I., l’adesione del movimento delle donne Usciamo la Notte e il contributo del Consiglio di Zona 9 di Milano organizza “LA BICICLETTA DI LIAVoci, suoni e pedalate di donne resistenti” una giornata al femminile in ricordo della partigiana Gina Galeotti Bianchi, eroina della Resistenza milanese. Ore 17.00 Teatro della Cooperativa (via Hermada 8 ­, Milano) NOME DI BATTAGLIA LIA testo e regia Renato Sarti con Marta Marangoni, Rossana Mola, Renato Sarti.

Niguarda si liberò il 24 aprile 1945, con un giorno di anticipo su Milano. In quel giorno, colpita al ventre da una raffica di mitra, moriva, incinta, Gina Galeotti Bianchi ­ nome di battaglia Lia ­ una delle figure più importanti del Gruppo di Difesa della Donna. «Quando nascerà il bambino non ci sarà più il fascismo», queste le sue ultime, tragiche parole. Un intenso ritratto della Niguarda resistente. Un testo dedicato alle donne e al loro coraggio. Al termine dello spettacolo seguiranno gli interventi di: Rossella Cantoni, Presidente Istituto Alcide Cervi, Maria Cervi, figlia di Antenore Cervi, uno dei sette fratelli Cervi, Nori Brambilla Pesce, A.N.P.I. Provinciale di Milano.

Il Teatro della Cooperativa invita tutti ad unirsi al gruppo di cittadini che raggiungerà il teatro in bicicletta, ripercorrendo le tappe e i luoghi dove Lia visse e operò durante la sua militanza. Ritrovo ore 15.00 presso l’Arena Civica di Milano, viale Byron 2. Ingresso gratuito allo spettacolo con prenotazione: 02.6420761 02.64749997 http://www.teatrodellacooperativa.it/.

La sera, chi vuole, potrà raggiungere la ciclofficina UNZA che è a due passi o una pedalata: il gruppo di amici della bici organizza un aperitivo, solitamente vegetariano.